Poker

Il Poker è il gioco d’azzardo il cui scopo è vincere le puntate accumulando la combinazione delle 5 carte più alte o costringendo tutti gli avversari a finire il gioco. Il gioco si svolge con le carte completamente o parzialmente coperte. Le regole possono variare a seconda dei tipi di poker gratis. Gli elementi tipici per tutte le varietà del poker sono le combinazioni delle carte e la logica del gioco.
Al poker online si gioca di solito con l’aiuto del software scaricato e installato sul PC. Ultimamente appaiono sempre più versione del giochi poker che non necessitano di download (flash o java) alle quali si può giocare tramite il browser di qualsiasi sistema operativo. L’industria del poker online si sviluppa rapidamente quindi, sta sempre crescendo il quantitativo di poker-rooms.
L’origine del gioco e del suo nome è tuttora oggetto di dibattito. Le prime menzioni di un gioco simile al poker fanno riferimento al XVI secolo. In Germania nel secolo XVII nacque “bluff”, in tedesco “pochen”, che decretò l’originalità, la diffusione, la fortuna di questo gioco entrato ormai a fare parte dell’attuale modo di vivere. La diffusione del poker in Europa cominciò nel 1871 per merito del ministro degli Stati Uniti Jacob Schenk in missione a Londra. Dopo che ebbe spiegato il gioco a un gruppo di signori, tra cui alcuni membri del governo britannico. Le regole del poker a quei tempi erano un po’ diverse e sono variate col tempo. Nel secolo XIX si iniziò a giocare a poker con un mazzo di 52 carte.

C’e’ stato un periodo in cui il poker era il gioco di carte nazionale degli Stati Uniti. Anche ai nostri giorni è il gioco di carte più diffuso negli USA.
Ogni anno si svolgono molti tornei internazionali di poker online, il più famoso tra i quali è considerato il World Series of Poker (WSOP).

Le regole del gioco
Si gioca a poker con i mazzi da 32, 36 o da 54 carte, ma più spesso viene usato il mazzo standard da 52 carte. Il numero dei giocatori varia da 2 fino a 10. Il valore delle carte in ordine decrescente è il seguente: la carta più alta è l'asso, nella combinazione straight è però la carta con il valore inferiore. Poi seguono le tre figure re, regine e fanti e dopo queste le altre carte numerate dal 10 al 2. Il vincitore è il giocatore la cui combinazione di 5 carte (la mano) sarà migliore o quello che riesce fare uscire dal gioco gli altri giocatori e rimane da solo fino all’apertura delle carte.
Ci sono le seguenti combinazioni di carte nel gioco del poker (in senso decrescente):
• royal flush (scala reale): le carte maggiori dello stesso seme (Asso, Re, Dama, Fante, 10)
• straight flush (scala colore): cinque carte dello stesso seme con i valori in sequenza.
• quads(quads): quattro carte dello stesso valore.
• full hous (full),: una mano di poker costituita da tre care dello stesso valore e da una coppia.
• flush (colore): una mano da poker formata da 5 carte dello stesso seme.
• straight (scala): 5 carte con i valori in sequenza.
• three of a kind, set (tris): tre carte dello stesso valore, e altre due carte spaiate.
• two pairs (doppia coppia): due coppie di carte, per esempio due 8 e due 4.
• one pair (coppia): due carte dello stesso valore.
• high card (carta alta): una mano di poker che non ha nessun punto speciale.
Se i giocatori hanno la stessa combinazione di carte, la più forte è considerata quella con le carte con il valore superiore. Se coincidono le combinazioni e il kicker (la più alta carta della mano) la vincita viene divisa tra i giocatori che hanno queste combinazioni.
Il gioco (che è chiamato anche la mano) consiste da alcune fasi (secondo i tipi di poker), cosi detti round di scommesse. Dopo la distribuzione delle carte ogni giocatore ha la possibilità fare le puntate e continuare a giocare o uscire dal gioco (lasciare). Alcune varianti del poker prevedono la puntata iniziale (ante), le altre le puntate buie (blinds)
Ogni variante del poker ha molti round di scommesse, durante le quali i giocatori possono svolgere le seguenti azioni:
o Bet (puntare) — mettere delle chips nel piatto;
o Call (chiamare) — fare una puntata uguale a quella puntata in precedenza;
o Raise (rilanciare) — fare una puntata maggiore della puntata precedente, forzando quindi colui che aveva puntato in precedenza a chiamare la differenza o a lasciare.
o Fold (lasciare) — non fare una puntata e quindi abbandonare la mano.
o Check (controllare) — se nessuno degli avversari ha puntato prima, il giocatore può non fare la puntata.
Il round delle scommesse finisce quando tutti i giocatori hanno fatto le puntate o lasciato. Le puntate fatte sono messe nel piatto (pot). Se durante l’ultimo round delle scommesse sono rimasti più di un giocatore, si aprono le carte e si paragonano le combinazioni delle mani. Il vincitore ottiene il pot. Una parte della vincita (rake) la prende il casinò come tassa per il gioco. Se i giocatori hanno le mani del valore uguale, il pot viene diviso tra loro.

Tipi del Poker
Ci sono tante varianti di poker. Alcuni di questi riconosciuti ufficialmente, gli altri sono riconosciuti solo come il gioco della casa. Ecco i tipi di poker più giocati:
Texas Hold’em (a volte è chiamato semplicemente Hold’em) è la variante di poker più famosa. La sua popolarità può essere dovuta al fatto che i tornei di poker si svolgono proprio con questo tipo di poker. Il Texas Hold’em è un esempio di gioco con le carte comuni - le carte che possono essere usate da tutti i giocatori per comporre la propria combinazione.
Omaha (a volte è chiamata Omaha Hold’em) si assomiglia molto al Texas Hold’em. Infatti, le regole sono praticamente le stesse se non per due eccezioni. La prima differenza è che nell’Omaha le hole card (carte personali) sono quattro e non due. La seconda è che un giocatore deve per forza usare due delle proprie carte personali per comporre il punto, quindi di conseguenza è costretto a usare solo tre carte comuni. Una delle varianti di Omaha è l’Omaha hay low nella quale il piatto viene diviso tra la combinazione più forte e più debole.
Draw poker è uno dei tipi di poker più facili. È molto diffuso come il gioco della casa. I giocatori fanno le puntate iniziali e ricevono 5 carte coperte. Poi segue il giro delle puntate. I giocatori possono cambiare le loro carte. Il mazziere prende le loro carte da cambiare e gli dà lo stesso numero di carte nuove.
Stud poker è un tipo di Poker in cui il gioco si svolge con una o più carte scoperte. Ci sono molte varianti dello stud, per esempio il 7 card stud, il 5 card stud o il carribean stud. Una delle varianti del Stud è Hay low, quando vincono la combinazione superiore e inferiore. Un’altra variante è Razz, quando vince solo la combinazione inferiore.
Spesso esistono varianti dello stesso gioco che si distinguono tramite le dimensioni delle puntate che possono fare i giocatori:
• limit poker (poker con limite) — poker con delle puntate fisse.
• pot limit poker (poker con il limite del piatto) — i giocatori possono fare le puntate dalla puntata minima fino alla massima, cioè ammontare del piatto.
• no limit poker (il poker senza limite) — i giocatori possono puntare quanto vogliono in qualsiasi momento.

Strategie del gioco
Nel poker come negli altri giochi d’azzardo non si ha un’unica strategia vincente. Ciò è dovuto all’elevato grado di incertezza, i giocatori non sanno le carte degli altri. Sono disponibili solo informazioni limitate: le carte proprie, le carte comuni e le scommesse. Per confondere gli avversari e ottenere un vantaggio, i giocatori usano una varietà di strategie, come il bluff (semi-bluff), ricevimento di una carta gratuita, check-raise, furto dei blind. A fronte di incertezza per prendere le decisioni ottimali nel poker è ampiamente utilizzato l’approccio probabilistico per la definizione delle previsioni delle possibili azioni. Durante il gioco, è comunemente usato il conteggio delle chance del pot, che viene confrontato con la possibilità di migliorare per prendere una decisione sul proseguimento del gioco.
C’è il così detto “teorema fondamentale del poker” i cui autori sono David Sklansky e Mason Malmuth: “Ogni volta che giochi una mano diversamente da come l'avresti giocata se avessi potuto vedere tutte le carte dei tuoi avversari, vincono loro; e ogni volta che giochi la tua mano nello stesso modo in cui avresti giocato se avessi potuto vedere tutte le loro carte, loro perdono. Viceversa, ogni volta che gli avversari giocano le loro mani diversamente da come avrebbero fatto se avessero potuto vedere tutte le tue carte, tu vinci; e ogni volta che giocano le loro mani nelle stesso modo in cui avrebbero giocato se avessero potuto vedere tutte le tue carte, tu perdi.”
Il teorema è difficile da usare durante il gioco ma essa sottolinea l’importanza di due cose: valutazione qualitativa delle carte dell’avversario, la decisione ottimale alla luce di questa valutazione.